Pensando al natale – prove in cucina

Nel fine settimana appena passato ho sedato l’uncinetto e acceso il forno!
Non so dire se provo più piacere nel preparare dolci o nel mangiarli, l’unica certezza è che mentre cucino la fame si annienta! Assaggio lo stretto indispensabile, per controllare dolcezza e sapidità, quasi controvoglia…. un’assurdità per una golosa come me 😉

http://besenseless.blogspot.com/2013/12/pensando-al-natale-prove-in-cucina.html
Quest’anno c’è una gran voglia d’introdurre novità. I dolci tradizionali: roccocò, susamielli, zeppole e struffoli (dolci napoletani!) sono sempre presenti e in cima alla lista però vanno affiancati a qualcosa di atipico. Ormai il forno è acceso, la cucina infarinata e le bocche golose in parabolica ascesa… tanto vale approfittarne!

La scoperta dell’anno è stata la cheesecake, epurata dai formaggi in vaschetta e fatta con ricotta fresca e mascarpone è riuscita bene in tutte le varianti, sia cotta che cruda. Data la stagione c’è stata l’evoluzione con la frutta secca: Pan di spagna alle nocciole (non adoro le nocciole, ma questo impasto ha un profumo degno delle sirene di Ulisse) e crema al mascarpone senza uova. 
http://besenseless.blogspot.com/2013/12/pensando-al-natale-prove-in-cucina.html
La seconda voglia, molto modaiola, è quella dei macarons (perchè quelli all’uncinetto non mi bastano più!).
Qualche mese fa, in un pomeriggio buio e piovoso con Rac c’è stato il primo approccio: un disastro totale. Un misto tra una bigbubble (senza la caratteristica puzza) e una pastarella di mandorle. Abbiamo dato la colpa al tempo umidissimo e alla fretta e ci abbiamo messo una pietra sopra.
Non posso dire che questa seconda prova sia davvero riuscita. Il sapore e la consistenza sono ottime, ma l’aspetto… ne vogliamo parlare? Sembrano dei mini-panini con un’areola in cima (delle piccole tette pallide!). Però sono buonissimi, almeno questo! La prossima volta potrebbe essere quella giusta.
http://besenseless.blogspot.com/2013/12/pensando-al-natale-prove-in-cucina.html
Tra i vari esperimenti culinari non potevano mancare i miei classici, i superpreferiti, i mai-senza: i biscotti.
Con la teglia dei mini-muffin vengono fuori delle crostatine ripiene di frutta secca (fichi, albicocche, prughe, datteri…) o mele e cannella o cioccolato da leccarsi i baffi. Questi pasticcini insieme ai biscotti di pan di zenzero e alle casette decorate non rientrano nella tradizione, ma ormai sono d’obbligo ogni anno!
Dopo un fine settimana così provate a immaginare la colazione del lunedì!
Colazione? Non voglio sentir parlare di cibo fino a stasera 😉
http://besenseless.blogspot.com/2013/12/pensando-al-natale-prove-in-cucina.html
Le ricette usate:
– Pan di spagna alle nocciole: dal libro Dolci del Sole di Sal De Riso
– Crema al mascarpone: a occhio con 2/3 di mascapone e 1/3 di panna, poco zucchero e cannella
– Macarons: ricetta e video de I dolcetti di Paola (ci riproverò con la stessa ricetta e qualche accorgimento sui tempi di riposo)

Collo al caldo
Orsetto natalizio

Ti potrebbe interessare anche

9 commenti

Lascia un commento

Leggi articolo precedente:
Collo al caldo

Manca poco alle feste (aaahhhh!) e ammalarsi non è una buona idea.Il mio personalissimo rimedio: scaldacollo e far finta di […]

Chiudi