Una cosa per volta.
Prima decido il colore per il nuovo Teddy Bear. 
Parto dal grigio scuro con l’idea di abbinare sciarpa e cappello in ocra (idea bocciata con uno sguardo fulmineo della sorella). Il grigio non lo cambio ma vivacizzo la situazione con verde e arancione. Promosso per tutti.

Il pattern del Teddy è ormai collaudato mentre il resto improvvisato al momento. La sciarpa lunga lunga e stretta al collo. Il resto (alias il cappello) è venuto come peggio non poteva. 

Guardatelo. 
Lui, così fotogenico, col profilo morbido, il naso all’insù. 
Cappello: bocciato.